Forti venti tra sabato e domenica spazzeranno tra Toscana, Liguria, e crinali appenninici

Forti venti tra sabato e domenica spazzeranno alcune regioni della nostra Penisola

La configurazione meteorologica non è affatto cambiata rispetto a quanto detto nei giorni scorsi. Tuttavia attirano la nostra attenzione una serie di vortici depressionari, che in successione andranno a spasso per il Nord Europa.

Questo scatenerà delle vere e proprie tempeste su Norvegia, Scozia, Inghilterra e Scandinavia. I venti potranno raggiungere anche intensità di 120 Km/h. Tale situazione andrà ad esasperare la differenza di pressione tra le alte e le medie latitudini.

La nostra Penisola risentirà solo marginalmente di questa situazione, con forti venti che nella giornata di domenica interesseranno la Toscana, la Liguria, i crinali Appenninici, Lazio e Campania.

Mossu

In particolare, proprio tra la Toscana e la Liguria potranno essere raggiunte delle raffiche di 60 Km/h, con mari che risulteranno molto mossi o agitati.



Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Meteo Week-End: nel complesso mite e soleggiato

Un fine settimana nel complesso mite e soleggiato

Caluraaa

La situazione meteorologica sulla nostra Penisola non sembrerebbe destinata a mutare nel corso del prossimo week-end, seppure qualche piccolo cambiamento rispetto ai giorni precedenti si vede.

Questo a causa di un’alta pressione che non sarà più invadente come nei gironi scorsi, anche se continuerà ad interessare la nostra Penisola e quindi a portare condizioni meteo-climatiche nel complesso stabili e miti.

Possiamo rammentare però la discesa di un fronte freddo sul bordo orientale dell’alta pressione che porterà un complessivo calo delle temperature su gran parte dell’Europa Settentrionale e di quella orientale.

calura 1

L’anticiclone sarà dunque lievemente infastidito e indebolito, tanto che sulle nostre aree di Nord Est non si esclude qualche blando passaggio nuvoloso in grado di portare anche qualche veloce rovescio. Una lieve diminuzione delle temperature verrà dunque percepita sulle Alpi e sulle regioni del versante adriatico, mentre temperature più miti continueranno ad interessare i versanti tirrenici dove verranno raggiunti anche i +20°C specie nelle ore centrali della giornata.

Sulla fascia tirrenica sarà possibile il transito di qualche nube bassa, ma senza conseguenze.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Anticiclone anomalo: nel fine settimana zero termico oltre i 4000 metri di quota sulle Alpi

Nel fine settimana temperature miti e zero termico tra 4000/5000 metri di quota sulle Alpi

Superanticiclone

Nei giorni scorsi avevamo già tracciato le linee guida di tale situazione, ma con il passare delle ore la situazione sembrerebbe essere stata confermata dai vari centri deterministici.

Si tratta di una configurazione “anomala” più frequente nei periodi estivi che in quelli tardo-autunnali. Molti Paesi d’Europa e dunque non solo l‘Italia, saranno costretti a subire temperature nettamente oltre le medie del periodo.

anomalo 1

Pensate che sulla nostra Penisola potranno essere raggiunti con facilità da Nord a Sud i +20°C/+24°C nel corso delle ore centrali della giornata. In montagna, la poca neve ormai caduta più di una settimana fa sarà solo un lontano ricordo, in quanto lo zero termico tra sabato e domenica si porterà tra i 4000/5000 metri di quota sulle Alpi.

Tale situazione è frutto di quanto spiegato da noi nella tendenza novembrina ( clicca qui per leggere).

Invitiamo inoltre a prestare attenzione ai banchi di nebbia che potranno venirsi a generare nelle vallate e sulle pianure specie nelle ore più fredde della giornata.

Nel medio/lungo termine la situazione non sembrerebbe destinata a mutare.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

La Protezione Civile informa: le previsioni per Sabato 17 ottobre

Il bollettino meteorologico della Protezione Civile per Sabato 17 Ottobre

Civiliamo

Precipitazioni:
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lazio meridionale e sulla Campania settentrionale, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati;
– isolate, anche a carattere di rovescio o temporale, su tutte le zone alpine e prealpine e su Liguria, Appennino emiliano, Toscana settentrionale, settori meridionali di Umbria e Marche, Lazio orientale, Abruzzo, Molise occidentale, Puglia meridionale e Calabria ionica e meridionale, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Neve: quota neve al di sopra dei 1400-1500 m su tutti i settori alpini.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: senza grandi variazioni.
Venti: localmente forti settentrionali sulla Puglia meridionale, in attenuazione.
Mari: localmente molto mosso il Canale d’Otranto, in attenuazione.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Maltempo: calo termico e temporali nel week-end

La breve ma intensa ondata di caldo che nelle ore precedenti ha fatto salire la colonnina di mercurio fino a portarsi sui +40°C in alcune località sembrerebbe essere agli sgoccioli. Adesso, spazio a un calo termico e temporali.

L’alta pressione che in questi giorni ha causato un notevole aumento delle temperature sulla nostra Penisola, nelle prossime ore batterà in ritirata. Tornerà però protagonista il maltempo in particolare nella giornata di domenica, quando le aree più interessate da possibili rovesci e temporali saranno quelle del versante Adriatico, la Calabria e la Sicilia.

Qualche piovasco è però atteso anche tra Toscana e Campania tra il pomeriggio di sabato e la giornata di domenica con i fenomeni in esaurimento entro sera e che presumibilmente poi lasceranno spazio alle correnti da Nord che spazzeranno i nostri cieli (versante tirrenico).

Associato a tutto questo vi sarà un corposo calo delle temperature che da valori sopra media addirittura di dodici/quattordici gradi si riporteranno nei valori medi del mese di Settembre o riusciranno ad andare al disotto.

Insomma, dopo una fase stabile e incredibilmente calda torna il maltempo.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti