In giornata possibili forti temporali al Nord, meglio al Centro-Sud

In giornata possibili forti temporali al Centro-Nord Italia

Una nuova perturbazione in arrivo dalla Francia nelle prossime ore coinvolgerà in maniera più diretta gran parte delle regioni del Nord Italia.

In particolare, piogge e temporali potranno verificarsi su Liguria,Piemonte, Valle d’Aosta, Trentino, Friuli, Veneto. La fenomenologia potrebbe essere accompagnata da forti raffiche di vento.

imasabi

Meno coinvolto da tale dinamica risulterà invece il Centro-Sud Italia, dove non si esclude comunque nel pomeriggio qualche pioggia o temporale fin sulla Toscana e le marche. Un po’ di instabilità pomeridiana interesserà anche i rilievi abruzzesi, mentre le restanti regioni vedranno condizioni di tempo prevalentemente stabile.

Attenzione però alla presenza di banchi nuvolosi di passaggio che potranno a momenti rendere la giornata grigia.

Nel medio termine, non si vedono per ora forti rimonte anticicloniche.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Nevicate diffuse lunedì 25 Aprile in Appennino: quote e possibili accumuli

Nevicate diffuse lunedì 25 Aprile in Appennino

La giornata di lunedì 25 Aprile porterà con se nuove piogge,temporali e nevicate. Cerchiamo di vedere un pochino più nel dettaglio quale potrebbe essere l’effettiva situazione che verrà a crearsi.

Tra la nottata e la prima mattinata di lunedì l’aria fredda farà irruzione sulla nostra Penisola con maggiore decisione.

hopp

Da notare come alla quota di riferimento di 850 hpa, circa 1550 metri,sarà diffusa una -1°C/-3°C su gran parte della dorsale.

Le precipitazioni risulteranno nevose a partire dai 1000/1200 metri ma in occasione dei rovesci più forti, la neve farà la sua comparsa anche più in basso e fin i 700/800 metri di quota.

presentissimi

Sull’Appennino Tosco-Emiliano, Marchigiano e Abruzzese a fine evento potranno essere accumulati, oltre i 1800 metri più 25/30 cm, mentre tra i 1000/1200 metri ci attendiamo un’imbiancata con accumuli che dovrebbero aggirarsi attorno ai 10/15 cm.

Rimarchiamo però che, gli accumuli possono essere soggetti a delle variazioni.

La neve tornerà ad imbiancare anche Capracotta e i rilievi molisani.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Forte maltempo in arrivo al centro-sud nelle prossime ore

Attesa una forte fase di maltempo al centro-sud nelle prossime ore

Nelle prossime ore è atteso un forte peggioramento delle condizioni meteorologiche dovuto all’approfondimento di un vortice di bassa pressione sul Tirreno.

Tale dinamica tra la serata di martedì e la giornata di giovedì causerà forte maltempo su diverse regioni con piogge, temporali e venti forti che sulle tirreniche e quelle del medio/alto versante adriatico arriveranno a toccare picchi massimi di 80/100 Km/h.

scola

Sono attese delle nevicate, copiose, sul nostro Appennino Centrale con accumuli che entro la giornata di giovedì oltre i 1700 metri di quota potranno localmente superare i 60/70 cm.

Piogge e temporali sono attesi sulle regioni del versante tirrenico ( Lazio, Toscana, Sardegna, Calabria e Sicilia).

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Forte maltempo nel week-end: forti venti e tanta acqua, vediamo dove

Forte maltempo atteso nel prossimo fine settimana sulla nostra Penisola

Una forte fase di maltempo nel prossimo fine settimana interesserà la nostra Penisola portando delle piogge e dei temporali anche localmente molto intensi sulle nostre regioni.

Tale dinamica non è molto frequente nel corso dei mesi invernali, infatti, in genere delle situazioni simili vengono a verificarsi in autunno.

Un vortice freddo affonderà sulla Spagna, arrivando fin sul Nord Africa dove verrà ad approfondirsi un vortice depressionario che risalirà velocemente verso nord. Tale bassa pressione, verrà alimentata da correnti caldo/umide meridionali , con lo stesso vortice depressionario che entro la serata di domenica raggiungerà valori di 990 hpa.

Non si escludono delle piogge molto intense o dei locali nubifragi su Lazio, Campania, Toscana, Liguria e Nord Italia.

fosse vero

Vi raccomandiamo di prestare attenzione ai forti venti di scirocco/libeccio che spazzeranno sulla nostra Penisola e che localmente potranno raggiungere anche i 100 Km/h.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Dopo l’anticiclone nel week-end, clima più freddo dalla prossima settimana

Dopo l'anticiclone del week-end, atteso un clima più freddo per la prossima settimana

buongiorno sere 2

L’inverno continua a latitare sulla nostra Penisola non mostrando, almeno per ora, alcun cenno di ripresa. Nelle prossime ore un promontorio anticiclonico si affaccerà sulla nostra Penisola consentendo un netto aumento delle temperature ovunque.

Da lunedì però si potrebbe tornare ad assaporare un clima più vicino alla normalità del periodo, con una serie di perturbazioni che in settimana potrebbero affluire verso il Mediterraneo, portando dei rovesci sparsi e qualche nevicata in montagna sulle Alpi e in Appennino.

Per ora, più di così non si può fare. Questa stagione invernale, che verosimilmente terminerà con il 29 di Febbraio, sarà destinata a chiudere con un’anomalia termica pesantemente positiva.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Altra neve in arrivo sulle Alpi mentre forti venti spazzeranno sul resto della nostra Penisola

Altra neve in arrivo sulle Alpi, vento forte atteso sul resto della nostra Penisola

Una nuova perturbazione nelle prossime ore giungerà sulla nostra Penisola portando un nuovo peggioramento delle condizioni meteorologiche.

Avremo un nuovo e ulteriore carico di neve sulle Alpi, in media a quote comprese tra i 900/1200 metri di quota. In particolare le nevicate più abbondanti dovrebbero verificarsi sui settori centro-orientali alpini.

negs

Forti venti spazzeranno sulla nostra Penisola, con raffiche di libeccio che tra il mare di Liguria e l’alto Tirreno raggiungeranno punte di 90/100 Km/h causando delle vere e proprie mareggiate.

Per quanto riguarda il nostro Appennino continua il periodo no, con lo zero termico che inizialmente si manterrà a quote piuttosto elevate anche se nella mattinata di mercoledì sarà possibile qualche debole nevicata oltre i 1300 metri.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Neve abbondante in arrivo in Appennino, anche se in quota

Tornerà abbondante la neve in quota in Appennino

Nel corso della giornata di domenica un forte peggioramento delle condizioni meteorologiche porterà delle abbondanti nevicate sulle Alpi, con piogge e temporali sparsi sulla nostra Penisola.

Una perturbazione più di stampo autunnale che invernale, viste le temperature. La nota positiva arriva anche per il nostro Appennino, dove tornerà  la neve in modo piuttosto abbondante.

La quota neve inizialmente si attesterà attorno ai 1600/1700 metri di quota, per portarsi nel corso della giornata attorno ai 1500 metri. In particolare sono attese abbondanti nevicate (in quota) tra le Marche, l’Abruzzo e il Molise dove sono attesi più di 20/40 cm di neve fresca.

negio

C’è da dire inoltre, che la quota neve non sarà costante e specialmente non uniforme ovunque. Ci saranno delle piccole differenze specie tra le aree appenniniche nord e sud abruzzesi per la quota neve. A nord in giornata e specie in serata ( catena del Gran Sasso ) la neve potrebbe portarsi fino ai 1400 metri, verso le aree della Majella la quota media si attesterà sui 1600/1700 metri, localmente fin verso i 1500 entro le prime ore di lunedì.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Meteo Ostia: nelle prossime ore possibile qualche pioggia e temporale con grandine

Possibile qualche temporale con grandine nelle prossime ore sulle aree di medio-basso Lazio

La situazione meteorologica nella giornata odierna ha visto il passaggio di un fronte freddo e la seguente diminuzione delle temperature su gran parte della nostra Penisola.

La quota neve si è assestata attorno agli 800/1000 metri in Appennino, ma in occasione dei rovesci più forti i fiocchi sono caduti localmente anche più in basso.

non esclusa

Attualmente dalla visione satellitare del radar della Protezione Civile, possiamo vedere come una linea temporalesca stazioni in mare e nelle prossime ore potrà interessare le aree del medio/basso Lazio.

In particolare non è da escludere qualche pioggia e temporale tra la serata odierna e la mattinata di domani. Non si escludono locali episodi di grandine.

Per eventuali chiarimenti potete contattarmi sulla mia pagina: Emanuele Valeri-Meteo.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti