Forte temporale sul litorale Laziale: bellissime trombe marine e numerosi allagamenti

Forte temporale sul litorale Laziale: bellissime trombe marine e numerosi allagamenti

Un forte temporale nella tarda mattinata ha interessato il litorale Laziale. Numerosi sono stati gli scatti di bellissime trombe marine venuta a generarsi a largo delle coste laziali.

Riportiamo qui una foto dell’amico Flavio Bergonzini, da Ostia:

t

In totale sono caduti 26 mm di pioggia con una intensità di circa 165 mm/h, accompagnati da raffiche di vento di circa 82 Km/h.

Sono segnalati alberi caduti su Via di Acilia e numerosi allagamenti tra Ostia, Infernetto, Acilia e Bagnoletto, dove il canale è uscito fuori dagli argini, allagando anche qualche casa.

Nelle prossime ore, sono attese nuove piogge e temporali.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Week-end: attesa una nuova fase di maltempo

Nel week-end è attesa una nuova fase di maltempo

La giornata di giovedì ha visto raggiungere e superare i +43°C sulla Sicilia e, +30°C diffusi su gran parte delle restanti regioni del Centro Italia.

Tuttavia si è trattato solamente di un fuoco di paglia, questo perché già dalla giornata di sabato una nuova perturbazione si avvicinerà alla nostra Penisola, interessando prima le nostre regioni settentrionali e poi, entro la serata di domenica anche le regioni del Centro-Sud Italia.

tatons2

In particolare, sarà proprio la giornata di domenica la peggiore del prossimo fine settimana. Sono attese delle piogge e dei temporali anche intensi, sulle regioni del versante Tirrenico e sulle interne appenniniche. Osservate speciali, almeno stando alle ultime elaborazioni della modellistica numerica dovrebbero essere Marche e Abruzzo, dove nel pomeriggio di domenica non si escludono temporali e piogge molto intense.

A tutto questo, sarà legato un calo delle temperature che verosimilmente si riporteranno nelle medie del periodo.

Insomma, un altro fine settimana da dimenticare.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

In giornata possibili forti temporali al Nord, meglio al Centro-Sud

In giornata possibili forti temporali al Centro-Nord Italia

Una nuova perturbazione in arrivo dalla Francia nelle prossime ore coinvolgerà in maniera più diretta gran parte delle regioni del Nord Italia.

In particolare, piogge e temporali potranno verificarsi su Liguria,Piemonte, Valle d’Aosta, Trentino, Friuli, Veneto. La fenomenologia potrebbe essere accompagnata da forti raffiche di vento.

imasabi

Meno coinvolto da tale dinamica risulterà invece il Centro-Sud Italia, dove non si esclude comunque nel pomeriggio qualche pioggia o temporale fin sulla Toscana e le marche. Un po’ di instabilità pomeridiana interesserà anche i rilievi abruzzesi, mentre le restanti regioni vedranno condizioni di tempo prevalentemente stabile.

Attenzione però alla presenza di banchi nuvolosi di passaggio che potranno a momenti rendere la giornata grigia.

Nel medio termine, non si vedono per ora forti rimonte anticicloniche.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Forte maltempo nel week-end: forti venti e tanta acqua, vediamo dove

Forte maltempo atteso nel prossimo fine settimana sulla nostra Penisola

Una forte fase di maltempo nel prossimo fine settimana interesserà la nostra Penisola portando delle piogge e dei temporali anche localmente molto intensi sulle nostre regioni.

Tale dinamica non è molto frequente nel corso dei mesi invernali, infatti, in genere delle situazioni simili vengono a verificarsi in autunno.

Un vortice freddo affonderà sulla Spagna, arrivando fin sul Nord Africa dove verrà ad approfondirsi un vortice depressionario che risalirà velocemente verso nord. Tale bassa pressione, verrà alimentata da correnti caldo/umide meridionali , con lo stesso vortice depressionario che entro la serata di domenica raggiungerà valori di 990 hpa.

Non si escludono delle piogge molto intense o dei locali nubifragi su Lazio, Campania, Toscana, Liguria e Nord Italia.

fosse vero

Vi raccomandiamo di prestare attenzione ai forti venti di scirocco/libeccio che spazzeranno sulla nostra Penisola e che localmente potranno raggiungere anche i 100 Km/h.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Possibile forte fase di maltempo nel corso della prossima settimana

Possibile una forte fase di maltempo sulla nostra Penisola nella prossima settimana

Abbiamo già descritto l’evoluzione meteorologica prevista pre il prossimo fine settimana, ora passiamo a vedere cosa dovrebbe accadere nella prossima settimana.

Secondo i principali centri deterministici nel corso della prossima settimana un centro di bassa pressione potrebbe approfondirsi sul Mediterraneo e risultare stazionario per un paio di giorni. Tale dinamica, inusuale per il mese di Febbraio potrebbe causare forti piogge e temporali per le regioni del versante tirrenico.

L’affondo della saccatura fin sul Nord Africa, evidenziata bene in figura dallo scatto del centro di calcolo americano GFS, causerà un richiamo di correnti sciroccali in risalita verso la nostra Penisola. Tale dinamica, nel caso nelle prossime ore dovesse andare verso delle conferme potrebbe portare quantitativi pluviometrici elevati su alcune regioni della nostra Penisola.

Gps

Ne riparleremo nelle prossime ore.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Maltempo diffuso nel week-end, pioggia, vento, temporali e neve in montagna

Maltempo diffuso nel prossimo fine settimana

Le condizioni meteorologiche con l’arrivo del prossimo fine settimana non sembrerebbero promettere nulla di buono, infatti tra venerdì e domenica una serie di perturbazioni attraverseranno la nostra Penisola portando delle piogge e dei temporali diffusi.

Venerdì 12 Febbraio:

Nella giornata di venerdì, piogge e temporali nel corso della giornata si estenderanno da ovest della nostra Penisola verso est. In particolare in giornata ci attendiamo un peggioramento delle condizioni meteorologiche sul Nord Ovest e sulle regioni del versante tirrenico, dove non è esclusa la genesi di qualche temporale.

Sono previste delle nevicate sulle Alpi anche a bassa quota, 400/600 metri, entro la serata.

Sabato 13 Febbraio:

Ancora maltempo diffuso specie sulle nostre regioni centro-meridionali tirreniche, con piogge le piogge alternate a delle schiarite che interesseranno le nostre regioni settentrionali. Attenzione ai forti venti che soffieranno sostenuti dai quadranti sudoccidentali.

Mari molto mossi o localmente agitati.

mare mosso

Domenica 14 Febbraio:

Una nuova ed ulteriore fase di maltempo interesserà in giornata le nostre regioni del versante tirrenico, le aree di nord est e quelle del medio versante adriatico portando delle piogge e dei temporali. Tornerà la neve sulle Alpi specie sui versanti orientali tra i 700/1000 metri di quota.

Calore

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Crollo delle temperature oltre gli 8/10°C nelle prossime ore e neve in arrivo in Appennino

Crollo delle temperature nelle prossime ore, torna la neve in Appennino

Una situazione veramente anomala quella che sta condizionando il clima dell’Europa occidentale, con temperature eccezionalmente miti per il periodo e lo zero termico oltre i 4000 metri sulle Alpi occidentali. Da associare a tutto questo, c’è l’ormai conclamata assenza di piogge che dura più o meno ovunque dalla fine dell’estate scorsa.

Nelle prossime ore, la situazione muterà radicalmente a causa della discesa di un fronte freddo dal Nord Europa che riporterà le temperature in media col periodo, se non addirittura al disotto. Assisteremo dunque, specie tra la serata di mercoledì e la mattinata di giovedì ad un vero e proprio crollo delle temperature di oltre 8/10°C.

blasts

La notizia vera e propria è che tornerà pure la neve, infatti dalla serata le precipitazioni interesseranno prima i crinali Emiliani, poi quelli toscani, dalla tarda serata l’Appennino Marchigiano e poi tra la notte e la mattinata di domani le nevicate si estenderanno anche sulle aree abruzzesi e molisane fino a quote comprese o inferiori ai 1000 metri. Dal pomeriggio di giovedì la situazione andrà velocemente migliorando.

C’è da dire, che vista la parziale o quasi totale fusione del manto nevoso su gran parte degli impianti sciistici del Centro Italia probabilmente questa velocissima passata non sarà sufficiente a dare un po’ di tranquillità agli operatori turistici, che da sabato potrebbero trovarsi nuovamente nelle medesime condizioni della giornata odierna.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Tra mercoledì e giovedì veloce perturbazione, calo termico e qualche nevicata in Appennino

Tra mercoledì e giovedì in arrivo una nuova perturbazione con neve in Appennino

Mentre l’inverno continua a latitare sulla nostra Penisola, la buona notizia se così la possiamo chiamare, è l’arrivo di una veloce perturbazione che però interesserà solo in maniera marginale la nostra Penisola.

Assisteremo ad un momentaneo, ma netto calo delle temperature che quanto meno ci riporterà in media con il periodo. Rispetto alla giornata di lunedì le temperature perderanno anche 10°C in alcune aree.

Bp

La discesa di questo fronte freddo porterà specie nella giornata di giovedì delle nevicate diffuse in Appennino, anche attorno i 900/1000 metri di quota. Si tratterà di precipitazioni ancora una volta deboli o al più moderate che però dovrebbero essere in grado di restituire un paesaggio più invernale alle nostre montagne.

Le nevicate dovrebbero tornare ad imbiancare i rilievi Emiliani, le Marche, l’Abruzzo e il Molise.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Forti venti di Libeccio e mareggiate sono attese sulla nostra Penisola ad inizio settimana

Forti venti di libeccio sono attesi sulla a nostra Penisola da inizio settimana

La prossima settimana sarà condizionata fasi di marcato maltempo sulla nostra Penisola.

La probabile irruzione di aria fredda, della quale ad oggi non conosciamo gli esatti effetti che potrebbe avere sulla nostra Penisola, sarà preceduta da forti venti di libeccio.

Tale dinamica sarà favorita dalla forte differenza di pressione attiva tra il Nord Europa e la fascia anticiclonica subtropicale.

Giallo

Notate poi in Fig 2, su elaborazione del centro di calcolo dell’ISAC-CNR-MOLOCH la forte uscita della corrente a getto fin sulla nostra Penisola.

verde

Avremo quindi forti mareggiate sui settori esposti. Mar Ligure, Mar Tirreno ( Medio-Alto) e Mare di Sardegna.

La settimana sarà quindi condizionata da forti venti, almeno fino a mercoledì.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Maltempo: nel fine settimana piogge, temporali e vento forte

Torna il maltempo, piogge, venti forti e temporali sono attesi sulla nostra Penisola

MALTEMPO IN CITTA' PHOTO MAGNI THOMAS PER SIG. COLOMBO 06-06-02
MALTEMPO IN CITTA’
PHOTO MAGNI THOMAS PER SIG. COLOMBO 06-06-02

Dopo un periodo piuttosto lungo in cui l’anticiclone ha dominato in modo univoco sulla nostra Penisola, ecco che un rallentamento del Vortice Polare ha permesso alle perturbazioni atlantiche di riversarsi nuovamente verso l’Europa e in particolare sulla nostra Penisola.

Piogge, temporali e venti forti sono attesi tra la giornata di sabato e quella di domenica.

Il maltempo interesserà prevalentemente, le aree di Nord Est, la Toscana, la Liguria ( in particolare le aree del Levante Ligure ), entro domenica anche il Lazio, le Marche, l’Abruzzo, la Sardegna, la Campania, la Calabria e parte della Puglia.

Soffieranno venti anche sostenuti dai quadranti occidentali, con il Mar Tirreno e il Mar Ligure che potranno risultare molto mossi o agitati.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti