Neve di fine Aprile in arrivo in Appennino,anche al disotto dei 1000 metri lunedì

Neve di fine Aprile in arrivo in Appennino

Il cambio di circolazione a livello atmosferico di cui ampiamente parlammo qualche giorno fa,porterà i suoi effetti sulla nostra Penisola tra la giornata di sabato e quella di lunedì 25 Aprile.

Si tratterà di un vero e proprio ribaltone,perché da un periodo dove le temperature sono risultate ampiamente oltre le medie del periodo si passerà ad avere per qualche ora delle termiche al disotto della media.

Pensate che proprio tra domenica e lunedì 25 Aprile,il nocciolo di aria fredda presente in quota entrerà con maggior decisione sulla nostra Penisola causando in particolare nella mattinata di lunedì delle nevicate in Appennino a quote comprese tra i 900/1300 metri.

merla

Questa che potete osservare in allegato è la stima delle temperature previste alla quota isobarica di 850 hpa,1500 metri,per la giornata di lunedì 25 Aprile.

Stando a tali elaborazioni,già dalla serata di domenica la neve dovrebbe scendere fin sotto i 900 metri sull’Appennino Settentrionale e sotto i 1110/1000 metri entro la mattinata di lunedì sull’Appennino Centro-Meridionale.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Week-End del 25 Aprile: ipotesi di bianche sorprese in Appennino

Forte calo delle temperature atteso per il week-end del 25 Aprile,possibile ritorno della neve in Appennino

Come già anticipato nell’editoriale della giornata di ieri con probabilità nel corso del prossimo fine settimana,assisteremo ad un vero e proprio ribaltone meteorologico.

Passeremo infatti da temperature nettamente superiori alle medie del periodo, a qualche giorno in cui i valori si porteranno al disotto.

nosotti

Quello che vedete in allegato è il grafico Ensembles valido per la città di l’Aquila.Notate infatti,proprio tra il 23 e il 27 di Aprile un notevole calo delle temperature.

Le elaborazioni più estreme,vedrebbero addirittura un passaggio delle isoterme dalla +10°C/+12°C attuale a 1500 metri ad una o°C/-1°C sempre alla medesima quota di riferimento.

Con il calo delle temperature combacerà il ritorno delle piogge,dei temporali e della neve in montagna.

Bisognerà poi effettivamente valutare quale sarà la reale portata del freddo che farà irruzione sulla nostra Penisola. Non escludiamo dunque delle possibili sorprese bianche anche a quote di media montagna in Appennino.

Nè riparleremo…..

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Ponte del 25 Aprile: atteso un calo delle temperature e il ritorno nelle medie del periodo

Tempo più freddo e instabile atteso per il Ponte del 25 Aprile

Qualche giorno fa avevamo accennato questa possibilità che di fatto sta prendendo sempre più credibilità,ovvero con probabilità il ponte del 25 Aprile non sarà condizionato da temperature estive come in questi giorni,ma avremo un ritorno nelle medie del periodo,della pioggia e anche della neve in montagna.

appis

Questo grazie all’alta pressione che sembrerebbe fissare delle solide basi in pieno Atlantico e fissare i propri massimi proprio al ridosso della Penisola Scandinava. Tale configurazione,proprio come in inverno veicolerà dal Nord Europa aria via via sempre più fredda fin verso la nostra Penisola.

Questo significa come anticipato nel primo paragrafo,che con probabilità torneranno ad essere protagonisti anche i temporali e le piogge.

Per la questione neve,ci sarà da valutare quale sarà effettivamente il reale afflusso di aria fredda sull’Italia. Alcune elaborazioni sembrerebbero addirittura favorevoli al ritorno della neve sia sulle Alpi che in Appennino.

Vedremo…..

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Meteo settimana: in arrivo nuove nevicate e un generale calo delle temperature tra il 16-18 di Marzo

Nuova settimana con condizioni di tempo instabile. Sono attese nuove nevicate al Nord e sulle regioni del versante Adriatico

Condizioni di tempo instabile ormai da qualche giorno stanno interessando la nostra Penisola. Nelle prossime ore la situazione non sembrerebbe destinata a mutare in meglio.

Infatti, nel corso della prossima settimana e in particolare nel periodo che va dal 16-18 di Marzo, un nucleo di aria fredda in moto retrogrado potrebbe raggiungere parte della nostra penisola causando i suoi maggiori effetti sulle nostre regioni del versante Adriatico e del Nord Italia.

Itali

Dunque assisteremo ad un nuovo calo delle temperature con valori che potranno assumere dei connotati simil invernali. Si rinnoveranno condizioni di instabilità, sia al Nord Italia ( con effetti da valutare ) che sui settori del versante adriatico dove saranno possibili ulteriori nevicate anche a quote collinari.

Nelle prossime ore forniremo nuovi aggiornamenti al riguardo.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

La neve imbianca Torino: video e webcam in diretta

La neve imbianca Torino, webcam in diretta e video

Una profonda bassa pressione presente sulla Francia sta causando forte maltempo sulle regioni di Nord Ovest. Piogge a tratti anche intense stanno cadendo sulla Liguria, mentre fiocchi di neve giungono a bassa quota e localmente anche al piano sul Piemonte.

Segnaliamo una nevicata in atto sulla città di Torino che potete osservare da questo breve clip che ci invia il nostro amico Antonio Fiorito. Non si tratta comunque di una nevicata “asciutta”, ma pesante in quanto le temperature sono davvero al limite.

Di seguito e al link, cliccando, potete osservare la situazione in diretta.

https://www.skylinewebcams.com/it/webcam/italia/piemonte/torino/ponte-vittorio-emanuele.html

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Buongiorno meteo: neve a tratti fin sulle aree costiere in Abruzzo, 30 cm a Capracotta, imbiancata Potenza

Neve a tratti fin sulle aree costiere in Abruzzo, imbiancata potenza, 30 cm a Capracotta

La fase fredda di cui molto si è parlato nel corso dei giorni giorni scorsi è finalmente entrata nel vivo. Tra la serata di Sabato e la prima mattinata di domenica delle nevicate a tratte anche moderate hanno interessato le regioni del medio versante Adriatico.

I fenomeni nevosi sono localmente sconfinati fin sulle aree costiere. Segnaliamo delle nevicate in corso a Vasto, in provincia di Chieti. A Capracotta in Molise sono stati raggiunti per ora i 30 cm di accumulo al suolo, qualche cosa in più verso le aree della Majella.

Nella notte le nevicate hanno raggiunto Lanciano, Potenza e l’Aquila.

pot

( Scatto di Anna Sole )

Nelle prossime ore le condizioni meteorologiche continueranno a mantenersi instabili, con la probabilità che entro sera nuove precipitazioni possano interessare nuovamente Abruzzo ( specie aree meridionali ) e Molise.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Week-end: freddo e neve a bassa quota sulle adriatiche

Nel week-end freddo e neve sulle adriatiche

In questi giorni abbiamo seguito passo, passo l’evoluzione che ci porterà ad avere un forte calo delle temperature nel corso del prossimo fine settimana.

Una dinamica da Dipolo Artico Negativo, che in semplici parole vedrà un lobo del Vortice Polare allungarsi verso l’Europa, consentirà ad un’irruzione di aria fredda di gettarsi verso il Mediterraneo.

ostrega

Tale configurazione, porterà maltempo specie sulle regioni adriatiche e tempo in prevalenza secco sulle regioni tirreniche.

La neve, specie dall’Emilia Romagna alla Puglia, tra sabato e lunedì potrebbe cadere anche a quote molto basse.

Forti venti settentrionali spazzeranno la nostra Penisola.

Nelle prossime ore elaboreremo ulteriori dettagli.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti