Ostia: domenica le raffiche di vento hanno raggiunto e superato i 90 Km/h

Le raffiche di vento a Ostia hanno superato e raggiunto i 90 Km/h

La formazione di una profonda bassa pressione in risalita dalla Tunisia nella giornata di domenica, ha contribuito ad un netto peggioramento delle condizioni meteorologiche sulla regione Lazio.

La pressione nel pomeriggio di domenica è crollata molto velocemente, con le raffiche di vento che in serata hanno raggiunto e superato i 95 Km/h da Sud.

Nelle prossime ore sono attesi ancora venti forti, seppure in lieve attenuazione. Il mare si manterrà agitato anche nelle prossime ore, con onde in prossimità della costa anche di 3/4 metri.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti

Focus Abruzzo: in arrivo forti nevicate tra giovedì e venerdì

Forti nevicate sono attese in Abruzzo tra giovedì e venerdì

Una nuova fase di maltempo sta per interessare la nostra Penisola e in particolare le nostre regioni centro-meridionali. Nelle prossime ore avremo un forte peggioramento generale sull’area abruzzese, dove si verificheranno intense precipitazioni.

Neve intensa

Questa è l’ultima elaborazione modellistica dell’ISAC-CNR che mostra degli ipotetici accumuli nevosi nell’arco delle 24 ore tra giovedì e venerdì.

Come potete osservare, forti precipitazioni a carattere nevoso sono attese  su tutta la regione a partire dai 1000 metri di quota, con i fiocchi che localmente potranno spingersi anche più in basso, anche se a fine evento con probabilità oltre i 1500 metri di quota potranno essere raggiunti e superati i 50 cm di neve fresca.

Forti venti dai quadranti settentrionali soffieranno in quota, con le precipitazioni che potranno assumere caratteristiche di bufera.

A gioire in modo particolare potrebbero essere le stazioni sciistiche , che a questo punto visti gli accumuli previsti, e qualora la previsione dovesse andare a buon fine rischierebbero addirittura di poter aprire prima dell’8 Dicembre.

Tuttavia, da segnalare come dopo questa incursione”simil-invernale” tornerà a prevalere l’alta pressione e quindi un nuovo aumento delle temperature.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google+ Condividi su Whatsapp

Commenti